Contatori in ateneo

I contatori delle utenze di energia elettrica nell'intero Ateneo sono al 2021 85 (55 in bassa tensione e 30 in media tensione). Il codice identificativo di una utenza elettrica è il POD (Punto di Dispacciamento).

I contatori delle utenze di gas naturale sono al 2021 nell'intero Ateneo 90. Il codice identificativo di una utenza di gas metano è il PDR (Punto di Riconsegna).

I contatori (sia di gas naturale che di energia elettrica) sono ubicati sia nel centro storico che nelle aree limitrofe fino a San Piero a Grado, Navacchio, Calci, Colignola

Nella mappa dei contatori si possono visualizzare con il codice identificativo.

 

Disattivazione contatori gas naturale:

A seguito di un’analisi mirata sui consumi di gas dell’Ateneo effettuata nei mesi di luglio-agosto 2019 e poi nel 2021, si è riscontrata la presenza di contatori (circa il 15% su un totale di 101) che, nel corso degli anni, riportavano consumi molto bassi e stimati, in alcuni casi addirittura pari a zero, e dunque è emersa la necessità di effettuare una razionalizzazione della fornitura di gas, a vantaggio di un risparmio sia sui consumi sia economico, e di predisporne la disattivazione.  

L’intervento in oggetto è stato realizzato ad Ottobre-Novembre 2019 e poi nel 2021 e i contatori disattivati sono 15 (si veda mappa dei contatori disattivati) ripartiti come segue: quattro nell’area della Scuola Medica, tre all’Ex Istituto Nazionale di Fisica Nucleare a San Piero a Grado, uno alla sede di Ingegneria DESTEC in via Gabba, 22 (cd “edificio della sez. di Idraulica”), uno alla sede del Dipartimento di Farmacia (cd. “Ex mensa”) di via Bonanno Pisano, nc 25, uno all’interno del giardino di Casa Pacinotti (via Santa Maria, nc 24), uno all’ingresso dell’Orto Botanico lato via Roma, uno relativo all'edificio di via Colombo non più utilizzato (disattivato ad agosto 2020), quello relativo all'ex Chimica in via Risorgimento (disattivato a maggio 2021) e due contatori non localizzati (cessati a giugno 2021). 

principali motivi che stanno alla base di questo intervento sono: 

  • Razionalizzazione delle utenze del gas; 
  • Risparmio suoi costi relativi allquote fisse e di gestione della fattura che rappresentano una parte consistente del totale della bolletta; 
  • Messa in sicurezza dei contatori; 
  • Recupero di quanto già pagato per consumi stimati da parte del distributore di gas metano. 

Con questo intervento si è stimato che l’Università di Pisa ha ottenuto un parziale rimborso per conguaglio di consumi di circa 11.741 € e che dovrà ottenerne un ulteriore pari a 29.524 € per conguaglio degli anni precedenti al 2018.